Recensione “Il mio lieto fine…sei tu” di Elisa Gioia

Buongiorno care fanciulle,
preparatevi perché oggi voleremo a New York e incontreremo il nostro amato Christian Kelly.
Sì ragazze, avete capito bene, la mia recensione di oggi parla del nuovo romanzo di Elisa Gioia “Il mio lieto fine…sei tu”, nonché il seguito di “So che ci sei” già uscito per Piemme l’anno scorso.
Siete pronte? Allora allacciate le cinture perché si parte!

Titolo: Il mio lieto fine…sei tu

Autore: Elisa Gioia

Prezzo cartaceo: €17,50

Prezzo ebook: €9,99

Editore: Piemme

Genere: Romanzo contemporaneo

Voto: 8,5/10

Trama: Trovarsi a New York, circondati dal fascino magico e dall’energia della città dalle mille luci, per di più a San Valentino… Può esserci qualcosa di più eccitante e romantico? Sbagliato. Per Gioia Caputi, brillante copywriter in trasferta negli USA per lavoro, questa situazione da sogno si sta trasformando in un incubo. Perché non solo si ritrova sola, con il cuore infranto, in mezzo alle coppiette che festeggiano, ma per di più l’oggetto dei suoi desideri è proprio lì, a un passo da lei. Christian Kelly, troppo sexy per essere vero, con un sorriso così irresistibile da meritare la qualifica di “illegale”, è il boss della casa discografica per cui l’agenzia pubblicitaria di Gioia lavora. Ed è l’uomo che, otto mesi prima, aveva fatto irruzione nella sua vita conquistandole completamente la mente e i sensi… per poi troncare via e-mail e tornare dalla sua ex. Otto mesi di silenzio. Otto mesi di perché senza risposta. Otto mesi in cui il cellulare di Gioia non si è illuminato con il “suo” nome. Questa volta, però, Gioia ha giurato di disintossicarsi dalla Christian-dipendenza: ha chiuso con l’amore, una volta per tutte. Peccato che l’amore non ascolti ragioni: è proprio quando tu smetti di crederci e di cercarlo, che a lui piace entrare nella tua vita e scombinare tutto… Come un uragano.

Nella nostra vita incrociamo un sacco di persone differenti, ma veramente poche fanno la differenza. Mentre sei lì, che fai progetti in formato single della tua vita, incontri qualcuno che con un semplice ciao e un sorriso illegale sposta il tuo asse terrestre, diventando il centro del tuo mondo

Per chi non avesse letto il primo libro, vi consiglio di guardare il video di Ilaria dove parla, nella sua rubrica “#1libroIN1minuto”, di “So che ci sei” (potete cliccare qui per vederlo).

Recensione

Innanzitutto partirei col dirvi che io faccio parte del “Team Kelly” dal momento in cui Gioia lo vede all’edicola dell’aeroporto prima di partire per Barcellona. Inutile dirvi che ho amato il protagonista maschile in ogni sua sfaccettatura, e in questo romanzo ancora di più perché esce il suo lato insicuro che ho amato tanto.
Se vi ricordate, il primo romanzo termina con Gioia, la nostra protagonista femminile, in piena crisi: il suo capo le dice che deve partire per New York, dove c’è Christian, lui, però, l’ha lasciata e ha deciso di dare una seconda chance al rapporto con la ex. Ovviamente, come si può immaginare, lo stato emotivo di Gioia non è dei migliori; è triste, ha il cuore distrutto, si attacca al ricordo di Christian, all’Ipod che le ha lasciato con le loro canzoni e alla sua camicia intrisa ancora del suo profumo. Si trova persa e non sa se riuscirà mai ad alzarsi.

Ma la mia paura più grande non era immaginare lui dall’altra parte del mondo felice con un’altra donna. La mia paura è che tutti mi avevano detto di lasciarmi andare con lui; lo avevo fatto e ora non sapevo più come tornare indietro

Mi piace molto Gioia. L’ho trovata frizzante e simpatica già nel primo libro, sempre pronta a tenere testa, con la battuta facile, ma soprattutto la cosa che ho apprezzato di più è che finalmente è una donna come tante: con la cellulite e i nodi nei capelli appena sveglia, insomma, non lo stereotipo di donna perfetta, ma una con i suoi pregi e i suoi difetti, cose che la rendono reale per noi lettrici.
In questo romanzo, ho apprezzato la sua tenacia, il voler mettere davanti il suo amor proprio e solo dopo, l’amore per Christian. È coraggiosa, cerca di tenere a distanza Kelly e solo nel momento in cui ha la certezza di un qualcosa di concreto, si lascia un po’ andare.
Quando Christian si trova davanti Gioia, in un fast food si trova spaesato, tutti i suoi sentimenti tornano a galla e l’attrazione tra i due è un fuoco che si riaccende; le scene di loro due insieme da soli, sono piene di elettricità, sono descritte molto bene, emozionano il lettore.
Christian è geloso, vorrebbe che lei non fuggisse da lui, ma che gli concedesse una seconda occasione.
Ci sono dei momenti in cui l’alchimia e i dialoghi tra i personaggi sono talmente forti e vivi che ti aspetti scatti qualcosa, ma l’autrice, in un modo molto furbo, blocca il tutto lasciando il lettore con un pugno di mosche in mano. Certo, in quei momenti mi sono mangiata le mani, ma questa cosa non ha fatto altro che incollarmi alle pagine.

“Non farlo Christian. Non comportarti da stronzo, non con me”. Christian ispirò a fondo.

“Gioia”. Fu un sussurro, veloce come un respiro, dolce come una carezza.

“Smettila”.

“Non so come fare…come smettere di volerti”

La storia tra Christian e Gioia è veramente come un uragano. Non hai mai la certezza che possano stare insieme, ti ritrovi sbattuta a destra e a sinistra e anche nel momento in cui pensi “Questa è la volta buona”, succede qualcosa che distrugge il castello che hanno creato. Questo romanzo è pieno di colpi di scena, di situazioni perfette, ma anche di momenti in cui vorresti prendere il libro e gettarlo dalla finestra; vi posso però assicurare, che è la giusta conclusione per questo amore.

“Tu mi hai salvato, uragano, non lo capisci? Tu non mi togli il fiato, tu mi fai respirare”

Che dire poi dei personaggi secondari? Dalla ormai famosissima Bea, nonché la nostra Gloria Gaynor, un’amica che meriteremmo di avere accanto tutti, pronta a difendere Gioia, ma anche a riempirla di consigli utili; quell’amica che risponde al telefono nel cuore della notte solo per starti vicino; a Marco, il life coach più terribile che ci sia; ma soprattutto mi sono innamorata della madre di Gioia, Adelina; nelle scene in cui fa yoga e pedala sulla cyclette vestita da Alex di Flashdance sono morta dal ridere.

Il mio voto quindi è 8.5/10

Vi stra consiglio di leggere questo secondo romanzo di Elisa Gioia, perché se siete amanti delle storie d’amore un po’ tormentate, farcite da gelosia e ripicche, vi piacerà sicuramente.
Ognuna di noi ha un posticino nel cuore per Christian Kelly. Entrate anche voi nel fan club fanciulle!
Vi lascio poi con un’ultima citazione tratta dal libro e vi chiedo: voi cosa avete intenzione di fare? Volete rimanere o fuggire? Rimanete ragazze, sempre, perché non è bello avere rimpianti nella vita, e questo libro ce lo insegna.

In amore vince chi resta, chi ritorna. Chi rimane nonostante i litigi, le incomprensioni, le paure, le parole urlate in faccia. Chi ci riprova, nonostante sappia quanto possa fare anche male. In amore chi fugge non vince, ma perde

Allora, vi ho convinto a leggere questo libro? Spero vivamente di ; vi lascio anche il link per ascoltare la playlist con le canzoni più importanti della storia d’amore di Christian e Gioia, buon viaggio fanciulle….(clicca qui per ascolta la playlist)

COMPRATE IL LIBRO QUI

Erica.

Potrebbe interessarti anche:

1 comment

Rispondi