Recensione “Tra due mondi” di Jennifer L. Armentrout

Buongiorno ragazze!
Oggi sono qui per parlarvi del nuovo romanzo della nostra amatissima Jennifer L. Armentrout. Dopo averci conquistato il cuore con la serie “Lux” e “Wait for you”, ecco che torna con un nuova storia fantasy. Sto parlando del romanzo “Tra due mondi” che fa parte della serie “Covenant”.
Siete curiose di sapere qualcosa di più su Puri e Mezzosangue?

Titolo: Tra due mondi

Titolo originale: Half-Blood

Autore: Jennifer L. Armentrout

Genere: Fantasy romance

Prezzo Cartaceo: €16,00

Prezzo ebook: €6,99

Editore: Harper Collins

Voto: 8,5

Trama: Gli Hematoi discendono dall’unione di dei e mortali, e i figli di due Hematoi di sangue puro hanno poteri di origine divina. I nati dall’unione tra i figli degli Hematoi e i mortali, invece… be’, non proprio. I Mezzosangue hanno solo due possibilità: venire addestrati per diventare Sentinelle con il compito di combattere e uccidere i daimon o diventare servitori nelle dimore dei Puri. La diciassettenne Alexandria preferirebbe rischiare la vita lottando che sprecarla pulendo i pavimenti, ma non è detto che ci riesca. La sua condotta, infatti, è tutt’altro che irreprensibile. Ci sono diverse regole che gli studenti del Covenant, come lei, devono seguire e Alex ha dei problemi con tutte, ma soprattutto con la numero 1: le relazioni tra i Puri e i Mezzosangue sono proibite. Sfortunatamente, lei è attratta da Aiden, bellissimo e… Puro. Comunque innamorarsi di Aiden non è il suo più grande problema, rimanere in vita abbastanza a lungo e diventare una Sentinella invece sì. Se fallirà nel suo compito, dovrà fronteggiare un futuro più terribile della morte o della schiavitù: diventerà un daimon, e Aiden le darà la caccia. E quella sarebbe una vera disgrazia.

Potevamo prenderci a botte e distruggerci fra noi, ma i Puri erano intoccabili in più di un senso. E se per caso infrangevamo una delle regole…bé, eravamo a un passo da una vita in servitù, o dalla morte.

Recensione

Ragazze, questo libro mi ha conquistata come nessun fantasy aveva mai fatto. L’ho letto tutto d’un fiato e ne sono rimasta incredibilmente colpita.
La storia che ci viene narrata, racconta dei Puri e dei Mezzosangue.
Aiden è il nostro Lui, ed è un Puro, figli nati dall’unione di dei e mortali, cioè una razza potentissima. I Puri hanno il potere della Costrizione, possono controllare i quattro elementi (terra, acqua, fuoco e aria) e possono usare la forza di questi, per creare incantesimi.
La nostra Lei invece si chiama Alexandria ed è una Mezzosangue; come potete immaginare, questi, sono figli nati dall’unione di Umani e Puri. Sono inferiori ai Puri, non possono avvicinarsi sentimentalmente a loro per non comprometterne la razza. All’età di sette anni i Mezzosangue possono decidere di entrare al Covenant, una scuola dove si addestrano per diventare Sentinelle in grado di uccidere i daimon, creature malvagie, oppure possono diventare servi e non avere più potere sulla loro vita.

Alexandria è una ragazza ribelle, coraggiosa, sempre con la risposta pronta, poco incline a seguire le regole. Non ha paura di nulla, ha perso la madre da poco e sa che non ha niente da perdere. A causa di alcuni suoi atteggiamenti non ammessi dal Covenant si ritroverà ad addestrarsi con Aiden.
Aiden è ovviamente un bel ragazzo; anche lui ha perso i sui genitori e capisce cosa sta passando Alex; è molto premuroso e dolce nei suoi confronti, ma sa anche che non potrebbe mai esserci nulla tra di loro, perché lei è una Mezzosangue. Ovviamente l’attrazione tra i due è molto forte e non sarà facile resistere a ciò che sentono l’una per l’altro.

Era solo una cotta stupida e innocua. Continuai a ripetermelo anche mentre alzavo la testa, portando le labbra a pochi centimetri dalle sue. Non lo volevo. Non così tanto, non più di qualsiasi altra cosa avessi mai voluto in vita mia. Chi volevo ingannare? Lo baciai.

Questa storia mi ha rapita. Ho apprezzato soprattutto che la storia d’amore non sia l’ingrediente principale, ma che ne faccia solo da contorno. C’è molta azione, molta suspense, pagina dopo pagina ti ritrovi incollata al libro con il fiato sospeso. Vivi quello che prova Alexandria, tifi per lei, e ami anche i personaggi secondari.
La scrittura della Armentrout è qualcosa di meraviglioso. Ci sono state situazioni in cui credevo che il cuore mi uscisse dal petto. È una storia scrittq benissimo, con alti e bassi che incentivano il lettore nel continuare la lettura. Tutto è bilanciato, non ci sono situazioni forzate, ti trovi a credere che quel mondo in qualche modo possa esistere davvero.

Mi sei entrata nell’anima la notte in cui ti ho vista in Georgia. Sei entrata dentro di me, sei diventata una parte di me. Non posso farci niente.

Il mio voto quindi è 8.5/10

Rendiamoci conto che questa serie è già uscita in America nel 2011! Perché hanno aspettato così tanto per tradurla da noi? Quindi voi ragazze, non perdete altro tempo, capito? Correte e leggete questa fantastica storia. Io stessa non ero un’amante dei fantasy, e se anche voi avete dei dubbi su questo genere di romanzi, dategli una chance! Vedrete che la Armentrout vi farà cambiare idea.

Non vedo l’ora di leggere il secondo libro di questa serie, che avrà come titolo “Cuore puro”.

COMPRATE IL LIBRO CARTACEO QUI

Alla prossima recensione ragazze <3

Un bacio

Erica

Potrebbe interessarti anche:

5 comments

Rispondi