Kdrama: cosa sono, perchè e come guardarli!

Buongiorno telefilm addicted!

Oggi voglio parlarvi di Kdrama. Cosa sono? Forse molte di voi non li conosceranno, ma sono, in parole povere, telefilm koreani. Ebbene sì, avete letto bene!

Perchè ve ne voglio parlare?

Semplicemente perchè se siete divoratrici di serie tv come la sottoscritta non potete non fare un salto nel Sud Korea e conoscere il loro mondo, i loro costumi, le loro usanze e l’amore raccontato con estrema delicatezza in tutte le sue forme, semplicemente attraverso gli occhi a mandorla.

Inizialmente potrebbe sembrare un po’ strano per voi che siete abituate a vedere tvseries inglesi o americane, con i sub o no, sentire la lingua koreana e leggere la traduzione velocemente, ma se entrate nel tunnel dei drama non ne uscirete più!

Vi fidate di me? 🙂

Continuando a leggere vi spiegherò perchè e come guardare i kdrama, e ve ne suggerirò qualcuno da vedere per dare inizio a questa passione!

Cosa sono i Kdrama ve l’ho spiegato ad inizio post ed ora vi spiegherò, secondo il mio parere, perchè iniziare a guardarli.

Spesso, noi occidentali, preferiamo guardare film o serie tv del “nostro mondo”, seguiamo le vicende di personaggi inventati che vivono come noi, mangiano come noi, amano come noi… io non sono nuova al mondo orientale in quanto leggevo manga giapponesi e guardavo i rispettivi anime, però il mondo della Korea per me è sempre stato sconosciuto. Tralasciando i problemi politici della Korea del Nord, quella del Sud è moderna e quasi “occidentale” e così lo sono anche le serie tv.

Uncontrollably Fond

Una delle caratteristiche che più mi attira della mentalità coreana è il rispetto; sono estremamente rispettosi verso il prossimo, gentili e hanno sempre una parola di incoraggiamento per chi gli sta accanto… naturalmente esistono anche i delinquenti in Korea, ma non vengono osannati.

Un’altra caratteristica che adoro è il modo in cui amano. Anche con i sentimenti sono assolutamente rispettosi verso chi gli sta di fronte e “non corrono mai”, sopratutto se l’età dei due amanti è “bassa”. Le loro azioni sono calibrate seguendo l’età anagrafica e anche un bacio è vissuto come qualcosa di assolutamente importante. In molti drama il primo bacio ci fa penare, anzi è a fior di labbra, ma il secondo e i successivi non hanno nulla da invidiare ai corrispettivi europei o americani. Anche le scene di sesso sono assolutamente velate e mai esplicite, anzi spesso neanche vengono “prese in considerazione” (nonostante i riferimenti ci siano, come ad esempio la frase a doppio senso “Vuoi mangiare come me del Ramen?” che è come dire in francese “Voulez-vous coucher avec moi”: semplicemente si chiede se si vuole fare l’amore) anche in base al target del drama.

Le storie raccontate sono abbastanza articolate, ma sempre narrate con candore e tutto ciò che accade ai protagonisti ha sempre un filo logico.

Poi… un punto a favore dei drama sono gli attori e le loro qualità recitative. Le donne sono sempre assolutamente espressive e impeccabili, sia nel trucco che nel vestire – nonostante spesso il loro personaggio sia sciatto o un po’ “sopra le righe” – e non sono mai volgari. Gli uomini, beh, ci sono ragazzi davvero davvero hot che non hanno nulla da invidiare ai colleghi inglesi o americani! Vedesi Lee Min Ho, Lee Jong Suk, Park Seo Joon, Song Joong Ki, Kim Woo Bin. Questi che ho citato oltre ad essere veramente sexy e affascinanti sono degli attori formidabili!

The Legend of the Bue Sea

Come guardarli?

Esiste un sito – VIKI.COM – che offre in streaming quasi il 90% dei kdrama in circolazione. E’ un servizio gratis e assolutamente legale per guardare i vs. drama preferiti (e non solo coreani, ma anche cinesi, giapponesi, taiwanesi, ecc.) sia in lingua originale che sottotitolati (in italiano, inglese, spagnolo, francese, ecc.)

Il sito, come ho detto prima, è gratis ma ci si può iscrivere e pagare l’abbonamento se non volete che ci siano le pubblicità durante la visione di ogni episodio… un po’ come Spotify per la musica!

Gli episodi variano come durata da mezz’ora ad un’ora ciascuno, le stagioni sono al 99% uniche e composte da 16-20 puntate, ma ce ne sono anche alcune che durano per più di 40 episodi!

Descendants of the Sun

Se vi ho incuriosite e volete provare a vedere questi drama, ve ne suggerisco 5 di quelli che io ho visto e che secondo me sono assolutamente da non perdere!

Vi avverto: per alcuni vi sentirete delle 15enni, mentre altri vi faranno scoppiare il cuore 🙂

(THE) HEIRS – streaming qui

Trama: Il diciottenne Kim Tan è il secondogenito del presidente del Jeguk Group, uno dei più ricchi e importanti chaebol sudcoreani, e studia da tre anni negli Stati Uniti, dove il fratellastro maggiore Kim Won l’ha mandato per impedirgli d’interferire nella gestione dell’azienda, della quale Won è diventato il nuovo direttore dopo il pensionamento del padre. A Los Angeles, Tan incontra la coetanea Cha Eun-sang, una ragazza di umili natali arrivata dalla Corea alla ricerca di un futuro migliore. Quando Eun-sang scopre che la sorella maggiore, con la quale intendeva andare a vivere, ha raccontato a lei e alla madre solo bugie, e si trova sola e in difficoltà, Tan decide di darle una mano, ospitandola per breve tempo a casa sua e finendo per innamorarsene. Alla partenza di Eun-sang per la Corea, Tan decide di tornare in patria, dove scopre che Eun-sang vive da poco a casa sua perché sua madre vi lavora come governante. Grazie a una borsa di studio da parte del Jeguk Group, Eun-sang comincia a frequentare la Jeguk High School, un prestigioso istituto per ragazzi ricchi, dove, tra gli altri studenti, incontra il bullo della scuola ed ex amico di Kim Tan, Choi Young-do, che s’innamora di lei, e la promessa sposa di Tan, Rachel Yoo. Disposto a difendere a tutti i costi il proprio amore per Eun-sang, Tan decide di sfidare le differenze sociali e il suo stesso padre, che cerca di separare i due ragazzi con ogni mezzo affinché il figlio sposi Rachel.

THE LEGEND OF THE BLUE SEA – streaming qui

Trama: Durante una vacanza in Spagna pagata con il denaro ricavato da una serie di truffe, Heo Joon-jae incontra una donna misteriosa, dal comportamento infantile e sopra le righe, che si è introdotta nella sua stanza d’albergo e non sembra avere un posto dove andare. Il ragazzo decide di tenerla con sé per rubarle un prezioso braccialetto in giadeite che lei porta al polso, mentre intanto scappa dagli scagnozzi assoldati dalla vittima di uno dei suoi imbrogli. La fuga conduce Joon-jae e la donna misteriosa sul ciglio di una scogliera e li costringe a saltare in mare per evitare i colpi di arma da fuoco. In acqua, la donna si trasforma in una sirena e, dopo aver baciato Joon-jae cancellandogli i ricordi che ha di lei, gli lascia il braccialetto promettendogli di rivedersi a Seul. Ella arriva in città dopo tre mesi, durante i quali Joon-jae ha cercato inutilmente di ricostruire quanto accaduto in Spagna, trovando soltanto una foto che lo ritrae insieme a lei. Perciò, quando la donna si presenta a casa sua, Joon-jae decide di ospitarla per farsi raccontare la verità, e le dà il nome di Shim Cheong. Mentre la convivenza li avvicina l’uno all’altra, la matrigna del ragazzo assolda l’evaso Ma Dae-young per sbarazzarsi del figliastro e fare in modo che la fortuna del marito venga ereditata soltanto da lei e da suo figlio Chi-hyeon. Intanto una serie di reperti archeologici e di sogni collegano Joon-jae e Cheong alla storia di Kim Dam-ryeong, un magistrato vissuto nel 1598, e della sirena da lui amata, Se-hwa.

FIGHT (FOR) MY WAY – streaming qui

Trama: Ko Dong-man e Choi Ae-ra sono amici d’infanzia. Lui da piccolo faceva taekwondo, lei sognava di diventare un’annunciatrice televisiva ma entrambi, cresciuti, hanno abbandonato i loro sogni per guadagnarsi da vivere: l’uno come disinfestatore, l’altra lavorando al punto informazioni di un centro commerciale. Entrambi decidono di rimettersi a inseguire i loro sogni, abbandonando il lavoro: Dong-man decide di allenarsi per diventare campione UFC e Ae-ra inizia a distribuire curriculum a vari centri di broadcasting per delle audizioni.

Fight (for) My Way

DESCENDANTS OF THE SUN – streaming qui

Trama: Yoo Si-jin è il capitano di un’unità di forze speciali della Corea del Sud. In un giorno di riposo, lui e il sergente maggiore Seo Dae-young atterrano un ladro che, ferito durante la cattura, viene spedito in ospedale. Anche i due militari si recano alla struttura quando Dae-young realizza che il suo cellulare è stato rubato. Al pronto soccorso, Si-jin incontra la dottoressa Kang Mo-yeon e si innamora di lei a prima vista. I due iniziano a frequentarsi, ma, dopo alcuni appuntamenti falliti per via del lavoro di lui, convengono che una relazione tra loro non è possibile a causa delle molte diversità di valori e comportamenti. Poco dopo Si-jin parte per guidare i suoi soldati in una missione di pace nello stato balcanico di Urk. Otto mesi più tardi, dopo aver rifiutato le avance sessuali del direttore dell’ospedale, Mo-yeon viene incaricata, per punizione, di dirigere la squadra medica in Urk. Qui, mentre affrontano casi diplomatici, disastri naturali, vari traffici illeciti ed un’epidemia, lei e Si-jin si avvicinano di nuovo.

UNCONTROLLABLY FOND – streaming qui

Trama: Shin Joon-young è un attore giovane e famoso all’apice della carriera, noto nell’industria per il carattere lunatico, sfrontato e difficile. Quando gli viene diagnosticato un glioma al tronco cerebrale che gli lascia al massimo quattro mesi di vita, egli chiede al proprio avvocato di rintracciare No Eul, la ragazza con la quale ha avuto un incontro sfortunato dieci anni prima. Eul, che ha dovuto badare a se stessa e al fratello minore dopo l’uccisione del padre ad opera di un’auto pirata, è diventata una produttrice televisiva freelance di pochi scrupoli, disposta ad accettare tangenti per coprire inchieste scomode e ad approfittarsi del prossimo pur di guadagnare denaro sufficiente per ripagare il debito con gli usurai lasciatole dal genitore. Un giorno, però, il suo comportamento la porta ad essere licenziata. Sapendo che una rete televisiva vuole realizzare un documentario su Shin Joon-young, ma che questi non ha intenzione di farlo, e riconoscendo nel progetto l’occasione di riavere il suo lavoro, Eul si autoincarica di convincerlo. Inizialmente Joon-young rifiuta comunque, ma in seguito, venuto a conoscenza da terze parti della situazione in cui si trova Eul, decide di accettare e, contemporaneamente, di risolvere il caso della morte di suo padre, mentre la malattia continua il suo corso senza che nessuno lo sappia.

Un’altro drama che vi consiglio è fresco fresco. Andate in onda le prime 4 puntate appena settimana scorsa, promette molto bene!

Lo trovate sempre in streaming su Viki.com, dove ogni 2 puntate (in quanto durano mezz’ora) sono state raggruppate in una sola da 1 ora. In Korea è trasmesso ogni mercoledì e giovedì alle 15.00 ora italiana, e le puntate con i sottotitoli in ita sono disponibili qualche gg. dopo la messa in onda in Patria.

Si intitola “WHILE YOU WERE SLEEPING” – streaming qui – e sarà formato da ben 32 puntate!

Trama: Una giovane donna può vedere gli incidenti che avverranno in futuro attraverso i suoi sogni. Un procuratore, che ha la stessa strana facoltà, lotta per impedire che quei sogni diventino realtà. I due naturalmente si incontreranno e dovranno fare i conti con il futuro…

While you were sleeping

Spero di avervi convinte a dare una chance a questo mondo telefilmico… non ve ne pentirete! 😉

Attendo i vostri commenti su cosa ne pensate; se invece già seguite i kdrama suggeriteme di nuovi da guardare!

Al prossimo venerdì,

Gina.

Potrebbe interessarti anche:

Rispondi