5 classici della letteratura erotica.

Buongiorno ragazze, oggi voglio trattare un tema un pò scottante in questa fredda giornata di Gennaio: la letteratura erotica, o meglio, i classici della letteratura erotica.

Vi ho incuriosite e non vedete l’ora di vedere che consigli piccanti che ho in serbo per voi?

Benissimo, continuate la lettura e lo scoprirete.

Oggi siamo abituati ad avere a che fare con questo genere letterario, tuttavia nel passato non era così semplice reperire questo tipo di testi e gli autori spesse volte incontravano delle difficoltà al punto che alcuni di essi preferivano pubblicare i loro romanzi sotto pseudonimo.

Tuttavia, nonostante i divieti e gli sforzi per far circolare i libri, la letteratura erotica è sempre esistita e ha sempre avuto un ruolo importante, basti pensare al “Satyricon”di Petronio o al “Decameron” di Boccaccio, ma è nel ‘900 che questo genere letterario vede il suo periodo di massimo splendore e fecondità coinvolgendo anche le donne, sia come scrittrici, ma soprattutto come lettrici. 

Ecco allora cinque tra i più importanti classici della letteratura erotica.

JHON CLELAND “FANNY HILL”

Questo romanzo erotico di Cleland è stato pubblicato per la prima volta in Inghilterra nel 1748 e ancora oggi continua a incantare gli appassionati del genere. Fanny Hill è una donna che ama il piacere in tutte le sue forme e celebra le gioie dell’atto sessuale in ogni modo possibile, senza tuttavia perdere nemmeno un briciolo della sua grazia e del suo pudore.

LEOPOLD VON SACHER-MASOCH “VENERE IN PELICCIA”

“Venere in pelliccia” è un romanzo erotico pubblicato per la prima volta nel 1870 che è ritenuto padre del genere sadomasochistico, termine che infatti deriva dal cognome dell’autore. Racconta la storia di un uomo che si innamora di una donna in pelliccia che lo tratterà da schiavo per esplicito volere di lui, costringendolo a fare e subire atti di indicibile crudeltà che, tuttavia, lui accoglie con amore e devozione e che gli procureranno un piacere intenso.

PAULINE RÉAGE “HISTOIRE D’O”

Siamo nel 1954 e Dominique Aury, sotto lo pseudonimo di Pauline Réage, pubblica uno dei più controversi libri della letteratura erotica. Questo romanzo esplora il rapporto di dominio e sottomissione della protagonista e del suo uomo che, dopo averla portata al castello di Roissy, la inizia, grazie anche all’aiuto di altri uomini, a ogni tipo di pratica erotica che la farà essere una perfetta schiava. E in questa dimensione di annullamento di se stessa O troverà la sua felicità e il suo padrone.

EMMANUELLE ARSAN “EMMANUELLE”

Questo romanzo pubblica a Parigi nel 1967 racconta le avventure erotiche e libertine di una donna, moglie di un diplomatico a Bangkok, che ne fanno un’eroina emancipata e cosmopolita attuando tra le altre cose il binomio ancora oggi rimasto invariato di erotismo-esotismo. 

ANAÏS NIN “DELTA DI VENERE” 

Nel 1977 Anaïs Nin, autrice culto della letteratura erotica, pubblica questo libro composto da 15 racconti erotici commissionatole da un uomo sconosciuto (il lavoro le era stato suggerito da Henry Miller, amico e amante). Lei saprà far rivivere le sensazioni e l’erotismo esplorando le più turpi fantasie mantenendo una grazia non comune e donandogli una straordinaria potenza.

Ragazze, eccoci alla fine di questa piccola lista di consigli che spero vi abbiano fatto allungare la wishlist, non solo che siate appassionate del genere, ma anche che lo vogliate diventare perchè vi ho incuriosite.

Fatemelo sapere nei commenti!

Baci,

Aurora

Potrebbe interessarti anche:

Rispondi