“Breve storia di due amiche per sempre” di Francesca del Rosso – Recensione

book by:
Francesca del Rosso
Price:
17,50€

Reviewed by:
Rating:
3
On ottobre 6, 2016
Last modified:ottobre 6, 2016

Summary:

Le amicizie finiscono...ma quelle veramente importanti ritornano e non ti abbandonano mai. Tessa e Clara riusciranno a superare i cambiamenti della vita e tornare amiche?

Ciao ragazze, è arrivato il freddo (almeno dalle mie parti) e la sera non c’è niente di meglio che mettersi a leggere un bel libro con un tè caldo…e questo è il libro che mi ha fatto compagnia in questi giorni!

Titolo: Breve storia di due amiche per sempre

Autore: Francesca del Rosso

Prezzo:  17,50€

Editore: Mondadori

Trama: Un tradimento, come ce ne sono tanti. Ma quando irrompe nel suo matrimonio, Tessa reagisce in modo inaspettato. Senza scenate e senza urla, si trova a riprendere un viaggio in un passato che credeva di essersi lasciata alle spalle. Mentre tenta di fare chiarezza ricompare Clara, la sua amica del cuore, con cui ha fumato le prime sigarette, ha ascoltato fino a consumarle le cassette dei Guns ‘n’ Roses e trascorso ore al telefono… Quella amica speciale che un giorno è uscita dalla sua vita senza un perché. Lenito il dolore di quella ferita, Tessa aveva smesso di cercarla, ma a volte il destino segue dei percorsi tutti suoi e così, vent’anni dopo, le due amiche si ritrovano. Forse per caso. O forse no. Ora Tessa è mamma, ha un lavoro da editor ed è una donna riservata. Clara è una donna in carriera, sposata ma senza figli. Tante cose sono cambiate, ma i fili di quell’amicizia si intrecciano di nuovo e quando Tessa e Clara tornano nella casa in Abruzzo, dove hanno trascorso tante estati della loro giovinezza, trovano ad accoglierle un melograno in fiore. Lo stesso che a sedici anni avevano piantato per gioco. Lo avevano giurato: “Saremo amiche per sempre, finché morte non ci separi”. Ma è possibile rimanere amiche per sempre? Perdersi per anni e poi ritrovarsi? La risposta è nascosta all’ombra di quel melograno diventato grande. Qui, finalmente, proveranno a sciogliere i nodi delle loro esistenze.

“Breve storia di due amiche per sempre” è un libro che ben si adatta all’atmosfera autunnale: percorso da una vena di malinconia e nostalgica tristezza che rimangono sempre presenti tra le pagine ma non prendono mai il sopravvento, è il racconto di una grande amicizia interrotta ma mai dimenticata, che ha segnato le due personalità femminili in modo indelebile.

La protagonista è Tessa, quarantenne, con un figlio in piena adolescenza e il sospetto che il marito la tradisca con una ragazza ben più giovane di lei. Proprio in questi momenti di sconforto vorrebbe riavere affianco l’amica Clara, con cui aveva condiviso tante esperienze da ragazza. Le loro strade si sono divise, ma lei non l’ha mai dimenticata e quando, un po’ per caso e un po’ per abili manovre, le loro strade si incontrano nuovamente, Tessa si ritrova a dover fare i conti con tutti i cambiamenti che la vita ha portato.

Ogni tanto stai seduto in cerchio a guardare il mondo che si presenta di fronte ai tuoi occhi, altre volte vieni chiamato al centro per affrontare un avversario e quell’avversario è sempre diverso. E quando sei lì in mezzo, e sei costretto a tenere alta la guardia, sei solo. Intorno a te ci sono le persone che ami, quelle che ti conoscono, o semplici sconosciuti, ma quando devi provare a vincere la sfida, non c’è nessuno che può aiutarti.

Le mie impressioni sono abbastanza ambivalenti: se da un lato ho trovato Tessa un personaggio molto reale, una donna che deve fare i conti con un marito fedigrafo, emozioni contrastanti, un passato che non ha mai avuto un senso di chiusura, dall’altro non ho amato Clara, con il suo atteggiamento freddo e distante e il suo comportamento così ambiguo. Certo, il punto di forza del libro è proprio la rappresentazione di un’amicizia che spesso è piena di contraddizioni; Tessa e Clara da ragazzine sono amiche del cuore e condividono tutto, ma ci sono anche momenti in cui si fanno del male a vicenza, come solo le amiche riescono a farsi.

E tutto questo nasceva da quell’impercettibile occhiata, veloce e precisa come un fucile ad alta prestazione. Uno sguardo posato su un dettaglio, un rapido incrocio di sguardi e voilà. E poi c’era il suo sorriso, il suo “ti voglio bene” detto solo con un lieve movimento delle labbra. Nessuna emissione di suoni, ma solo vibrazioni.

La loro storia, che si snoda tra passato e presente, con tanti flashback e ricordi che ci aiutano a ricostruire, è delicata e profonda, fatta di momenti bui ed enigmatici episodi. Non so se avrei apprezzato questo libro qualche anno fa; le tematiche sono affrontate in modo molto adulto e maturo, con lo sguardo di chi ormai ha perso certe illusioni adolescenziali e ha capito che il mondo non è il posto fantastico che ci raccontano e che i rapporti umani sono quanto di più delicato e complesso ci possa essere.

È una lettura consigliata a chi ama riflettere e apprezza le piccole storie quotidiane di vita vissuta, a chi si lascia trasportare dai sentimenti e da una narrazione calma ma colma di significati.

Compra il libro QUI

Lucia

Le amicizie finiscono...ma quelle veramente importanti ritornano e non ti abbandonano mai. Tessa e Clara riusciranno a superare i cambiamenti della vita e tornare amiche?

You may also like

1 comment

  1. L’ho recensito oggi anch’io e ammetto di aver provato sensazioni simili alla tua: probabilmente, qualche anno fa lo avrei affrontato in maniera diversa. Oggi, invece, sono riuscita ad apprezzare tutte le sfaccettature di questo romanzo.

Rispondi